paypal
Nome:
Località: Italy
Links
archives
axteismo

domenica, maggio 18, 2008

 

Video “Cristo è morto di freddo” conferenza di Luigi Cascioli

video

venerdì, maggio 16, 2008

 

Né velo, né crocifisso né kippah per i giudici danesi

La colonia del Vaticano denominata Italia, al contrario, condanna al carcere il giudice Luigi Tosti perché non accetta il crocifisso impostogli

Mentre in Italia il Consiglio Superiore della Magistratura, presieduto dal cattolico Avv. Nicola Mancino, ha condannato il 7 dicembre 2007 il giudice Luigi Tosti perché in una lettera inviata al ministro di Giustizia Mastella ha espresso l'opinione, ritenuta “offensiva dei magistrati”, che “i giudici che giudicano sotto l'incombenza di un crocifisso sono visibilmente parziali”, la Danimarca, come ha dichiarato mercoledì scorso il ministro danese della Giustizia Lene Espersen, al termine di una riunione governativa, ha deciso di vietare ai giudici di indossare il velo islamico o qualsiasi altro simbolo religioso come la croce cristiana, il copricapo ebraico o il turbante sikh. La sig.ra Espersen ha annunciato che il governo si accinge a presentare un disegno di legge in tal senso in autunno al Parlamento. “Abbiamo deciso di vietare l'uso di simboli religiosi o politici, quando si è magistrati, perché un giudice deve essere neutrale e imparziale” nel suo abbigliamento nelle aule di udienza, ha spiegato alla stampa. Questo annuncio fa seguito ad una ripresa nelle ultime tre settimane del dibattito sul velo islamico, il cui porto è stato autorizzato nel mese di dicembre dall’amministrazione dei tribunali danesi, anche se nella nazione non vi è alcun giudice di fede musulmana. La decisione di questa amministrazione, un organismo indipendente, non può essere modificata se non in base ad una legge del Parlamento. Il Governo liberal-conservatore è sostenuto da una maggioranza in Parlamento grazie al sostegno del Partito del Popolo Danese (di estrema destra), suo principale alleato parlamentare, fortemente contrario all'uso del velo islamico. COPENAGHEN, 14 maggio 2008 (AFP) Né velo, né crocifisso né kippah per i giudici danesi.

Nella foto il giudice Luigi Tosti condannato a 12 mesi di carcere dalla colonia del Vaticano denominata Italia.

giovedì, maggio 15, 2008

 

Strage in Vaticano - Opera teatrale



mercoledì, maggio 14, 2008

 

Il signor Joseph Ratzinger, ora capo del Vaticano



 

Joseph Ratzinger con la gioventù nazista



 

Preti nazisti accanto ai gerarchi nazisti di Adolf Hitler



 

Preti nazisti stringono la mano ad Adolf Hitler



martedì, maggio 13, 2008

 

Video: Lo Stato Vaticano è uno stato criminale legalizzato?

Il libro nero del Vaticano - di Tony Braschi
Edizioni Libreria Croce
video

 

Il Vaticano è uno stato criminale legalizzato? di stampo massonico e mafioso?

Il libro nero del Vaticano - di Tony Braschi
Edizioni Libreria Croce

Il libro nero del Vaticano è un saggio dettagliato sugli scandali, i misteri, i crimini e i delitti consumati nei secoli dal Vaticano. All'interno del libro troverete un’analisi dettagliata di molte situazioni storiche che hanno visto il Vaticano protagonista in negativo: storie di morte, stragi inenarrabili, falsi storici, tra inquisizioni, crociate e nuove conquiste. I rapporti con il nazismo e le connivenze segrete. Fino ad arrivare ai nostri tempi: un occhio acuto analizza le vicende legate agli scandali finanziari degli anni '70 senza sconti e false omissioni. Poi i fatti di cronaca nera degli anni ottanta, la morte di Calvi, l’attentato al Papa, il rapimento della Orlandi, fino alla strage in Vaticano del 4 maggio 1998: al caso Estermann-Tornay l’autore dedica un capitolo colmo di importanti dati e inedite rivelazioni. Fino ad arrivare ai fatti di cronaca dei nostri giorni, come lo scandalo della pedofilia che ha coinvolto la Città del Vaticano e suoi accoliti. Anche in questo caso l’autore fa nomi e cognomi di preti coinvolti nella vicenda. Un saggio irriverente che non mancherà di aprire polemiche. Numero di pagine: 230 Prezzo: € 15,00 EAN: 9788889337738.
Vedi il Video dell’intervista a Tony Braschi:
http://it.youtube.com/watch?v=lFfJvIDjuHA

http://braschitonybraschi.spaces.live.com/
http://www.tonybraschi.com
Edizioni Libreria Croce tel. 064746780
Libreria Croce tel. 064453222
www.edizionicroce.com

Per interviste, presentazioni, conferenze e altro, tel. 3393188116
Fonte: http://nochiesa.blogspot.com
Diffusione: Axteismo Press l’Agenzia degli Axtei, Atei e Laici
http://nochiesa.blogspot.com

Richiedi gratis TUTTI i documenti in formato digitale,
circa 60 mail, scrivendo a:
axteismo@yahoo.it

domenica, maggio 11, 2008

 

Vietate e illegali le benedizioni pasquali

I preti non potranno più andare a benedire le case, per sentenza della Corte Europea

STRASBURGO - La Corte Europea dei Diritti Umani ha affermato che “la libertà di manifestare le proprie convinzioni religiose comporta anche un aspetto negativo, ovverosia il diritto dell’individuo di non essere costretto a manifestare la propria confessione o i propri convincimenti religiosi e di non essere costretto ad agire in modo che si possa desumere che egli ha - o non ha - tali convincimenti. Le autorità statali non hanno il diritto di intervenire nella sfera della libertà di coscienza dell’individuo e di indagare sui suoi convincimenti religiosi, o di costringerlo a manifestare i suoi convincimenti in merito alla divinità. Questo è tanto più vero nel caso in cui una persona è costretta ad agire in tal modo allo scopo di esercitare certe funzioni, segnatamente in occasione della prestazione di un giuramento”. La Corte Europea con sentenza del 21 febbraio 2008 ha condannato la Grecia per aver costretto l’avvocato Arret Alexandridis a manifestare i propri convincimenti religiosi in occasione della prestazione del giuramento previsto per l’inizio della sua attività forense (la formula del giuramento, infatti, era predisposta in modo tale da far supporre che il giurante fosse di fede cristiano-ortodossa). La sentenza rende palese la violazione del diritto di libertà religiosa da parte delle varie confessioni religiose a cominciare dai preti della Chiesa cattolica che, durante il periodo pasquale, si presentano alle case per ‘benedirle’, oppure dei Testimoni di Geova che suonano ai campanelli per fare opera di conversione. Il ministro dell’Interno Roberto Maroni dovrà emanare direttive atte a che simili illecite attività cessino. Dal Ministero dell’Interno dovrebbero essere inoltrate diffide alla CEI Conferenza episcopale italiana e ai Testimoni di Geova affinché si astengano dall’esercitare simili pratiche, con minaccia di azioni legali per il ristoro del danno derivante dalla lesione del diritto di libertà religiosa (la CEDU ha liquidato 2.000 euro, nel caso di specie). Contrariamente, c’è il rischio che ogni cittadino possa sporgere denuncia penale contro qualsiasi prete della Chiesa cattolica e contro i Testimoni di Geova che si presentassero alla porta. Per scaricare la Sentenza integrale della Corte Europea:
http://olir.it/ricerca/index.php?Form_Document=4616

Sentenza 21 febbraio 2008
Alexandridis c. Grèce. Formula del giuramento in base alla religione ortodossa. Violazione della libertà religiosa e del diritto a non rivelare il proprio credo.
autore: Corte Europea dei Diritti dell'Uomo
data: 21 febbraio 2008
argomento: Libertà religiosa
area tematica: C.E.D.U. - Strasburgo
nazione: Grecia
parole chiave: Giuramento, Chiesa ortodossa, Libertà religiosa, Convinzioni religiose, Diritto a non rivelare il proprio credo, Libertà di coscienza

Diffusione: Axteismo Press l’Agenzia degli Axtei, Atei e Laici
http://nochiesa.blogspot.com

lunedì, maggio 05, 2008

 

Le religioni plagiano, presentato a Firenze al Caffè Giubbe Rosse

Il libro di Vittorio Giorgini proposto al presidente Giorgio Napolitano affinché venga adottato come libro di testo nelle scuole

FIRENZE - Sabato 24 maggio 2008 alle ore 17:00 presso il Caffè Giubbe Rosse, piazza della Repubblica di Firenze verrà presentato il libro documento “Le religioni plagiano” di Vittorio Giorgini architetto e studioso di antropologia, ex professore del Pratt Institute di New York, editato dalla Arduino Sacco Editore
www.arduinosacco.it di Roma tel. 064510237 codice libro ISBN 978-8889584-60-6. Giorgini presenterà il saggio insieme a relatori e ospiti tra i quali Giuliano Serafini, critico d’arte, Arduino Sacco, editore, Luigi Tosti, magistrato, Sergio Martella, psicoterapeuta e scrittore, Caroline Gallois, pittrice, Ennio Montesi, scrittore e fondatore di Axteismo. Al presidente Giorgio Napolitano è stato chiesto, con lettera ufficiale, che il saggio “Le religioni plagiano” venga adottato nelle scuole pubbliche italiane come libro di testo, oltre che di intervenire e di fare cessare la discriminazione dei cittadini. Imporre l’insegnamento della sola religione “cristiano-cattolica” nelle scuole è un atto incostituzionale, razzista e di violenza. Qualsiasi ideologia religiosa o filosofica sono riconosciute come un diritto inviolabile del singolo individuo sia dalla Costituzione della Repubblica Italiana (articoli 3 ed 8) che dalla Convenzione per la salvaguardia dei Diritti dell’Uomo” (art. 9 e 14), quest’ultima ratificata dall’Italia con legge n. 848/1955. Adottare nelle scuole il testo didattico “Le religioni plagiano” potrebbe finalmente significare un gesto democratico importante, tanto più se attuato dalla massima autorità dello Stato. Pubblico e giornalisti sono invitati, ingresso libero.

Nella foto il prof. Vittorio Giorgini, scrittore, architetto e studioso di antropologia, e la copertina del libro “Le religioni plagiano”.

Per interviste, presentazioni, conferenze e altro, tel. 3393188116
Fonte:
http://nochiesa.blogspot.com
Diffusione: Axteismo Press l’Agenzia degli Axtei, Atei e Laici
http://nochiesa.blogspot.com

This page is powered by Blogger. Isn't yours?